itarnlenfrdeptrues

Definizioni (secondo NADCA)

Abrasione: Una perdita superficiale del materiale dovuta a frizione.

Accesso: La capacità di penetrare all’interno del condotto d’aria o del componente dell’impianto HVAC.

ACR: Valutazione, pulizia e ripristino degli impianti HVAC secondo lo Standard NADCA

Agitazione meccanica: Consultare la voce “Agitazione”

Agitazione: Un procedimento che implica l’uso di
 un dispositivo di agitazione per spostare o muovere contaminanti e detriti all’interno di un impianto HVAC.

Air Systems Cleaning Specialist (ASCS): La designazione ASCS è stata concessa da NADCA ai professionisti del settore che completano in maniera soddisfacente un esame con certificazione scritta che provi la conoscenza degli standard di pulizia e delle migliori tecniche degli impianti HVAC.

Allacciamento meccanico: Attaccare due o più oggetti insieme mediante l’uso di viti, morsetti, serrature o cinghie (in contrasto con mastice o nastro).

Antimicrobico: Descrive un agente che uccide o rende inattivi i microorganismi o ne impedisce la crescita.

Apparecchiatura di aspirazione: Vedi “Dispositivo di raccolta.”

Apparecchio di raffreddamento-riscaldamento: Apparecchio che include mezzi per il raffreddamento e il riscaldamento, e che può anche includere mezzi per altre funzioni di apparecchi per il trattamento dell’aria.

Apparecchio di raffreddamento: Apparecchio che include mezzi per il raffreddamento e che può anche includere mezzi per altre funzioni per il trattamento dell’aria.

Apparecchio di recupero: Ventilatore/
stufa assemblato/a in cantiere o impianto di raffreddamento/deumidificazione che fornisce 
aria fresca temperata per sostituire l’aria di scarico. Ventilatori centrifughi o assiali vengono utilizzati con sezioni dirette a gas, elettriche o con riscaldamento ad acqua.

Apparecchio di riscaldamento: Apparecchio che include mezzi per il riscaldamento, e che può anche includere mezzi per altre funzioni per il trattamento dell’aria.

Apparecchio di ventilazione: Apparecchio con mezzi che forniscono la ventilazione, e che possono anche includere mezzi per altre funzioni per il trattamento dell’aria (consultare ASHRAE Terminology of Heating, Ventilating, Air Conditioning, and Refrigeration, 1991).

Area di isolamento: Uno spazio architettonico all’interno di un’area di lavoro progettato per controllare la migrazione di contaminanti nelle aree adiacenti durante le procedure di valutazione o di pulizia.

Aspiratore per contatto: Un dispositivo di raccolta, di solito portatile, che utilizza un beccuccio con spazzola in nylon montata all’estremità di un flessibile per l’aspirazione dell’aria. La testa della spazzola viene applicata direttamente su una superficie per l’agitazione e la pulizia meccanica.

Autorità competenti (AHJ): Un’organizzazione, ufficio, o persona responsabile dell’applicazione dei requisiti di un regolamento o di uno standard, o dell’approvazione di apparecchiature, materiali, installazione o procedura.

Bioaerosol: Particelle aeree di origine biologica.

Caduta di pressione: (1) Perdita di pressione, come da un’estremità di una linea refrigerante all’altra,
da frizione, statica, da calore, etc.; (2) Differenza di pressione tra due punti in un sistema di flusso, di solito provocata da resistenza da frizione al flusso del fluido in un condotto, filtro o altro sistema di flusso (consultare ASHRAE Terminology of Heating, Ventilation, Air Conditioning, & Refrigeration, 1991).

Chiusura: (1) Una porta o pannello di accesso installato sul condotto d’aria o apparecchio per il trattamento dell’aria per creare un sigillo permanente; (2) Dispositivo o materiale utilizzato nel chiudere un’apertura di servizio.

Componente non poroso dell’impianto HVAC: Qualsiasi componente dell’impianto HVAC in contatto con la corrente d’aria che non può essere penetrata da acqua o aria, come lamiera, foglio di alluminio o pellicola polimeriche utilizzate nei condotti flessibili di linea.

Componente poroso dell’impianto HVAC: Qualsiasi componente dell’impianto HVAC in contatto con la corrente d’aria capace di essere penetrato da acqua o aria. Esempi includono il conduttore in bra di vetro, la scheda del condotto in vetro, il legno e il calcestruzzo.

Condizioni: Per lo scopo del presente Standard, le Condizioni 1, 2, e 3 sono definite per gli ambienti interni relativamente alle muffe. Le definizioni per ciascuna Condizione sono le seguenti:

  • Condizione 1 (normale ecologia): Un ambiente interno che può avere spore stabili, frammenti di funghi o tracce reali di crescita di mu a la cui identità, collocazione e quantità riflette una ecologia normale per un ambiente interno (consultare IICRC S520).
  • Condizione 2 (spore stabili e crescita di tracce): Un ambiente interno, che è principalmente contaminato da spore stabili che sono state disperse direttamente o indirettamente da un’area di Condizione 3, e che può presentare tracce di reale crescita (consultare IICRC S520).
  • Condizione 3 (crescita reale): Un ambiente interno contaminato che presenta crescita reale di muffe e spore associate. Per crescita reale si intende la crescita attiva o dormiente, visibile o nascosta (consultare IICRC S520).

Condotto d’aria: Un passaggio per la distribuzione e l’estrazione dell’aria, esclusi plenum non installati conformemente agli standard SMACNA (consultare ASHRAE Terminology of Heating, Ventilation, Air Conditioning & Refrigeration).

Contaminante: Qualsiasi sostanza che non dovrebbe essere presente e che si trova all’interno dell’impianto HVAC.

Copertura condotto d’aria: I materiali di isolamento e di bendaggio utilizzati per coprire la superficie esterna di un condotto.

Depuratore d’aria: Un dispositivo di filtraggio dell’aria (AFD) che utilizza filtri HEPA configurato per rimettere in circolo l’aria all’interno di uno spazio definito.

Determinazione preliminare: Una conclusione
alla quale si arriva a seguito della raccolta, l’analisi
e l’elenco di informazioni ottenute durante una ispezione iniziale e una valutazione per identificare le aree di intrusione dell’umidità e la reale o potenziale crescita di mu e (IICRC S520).

Detriti: Sostanze non aderenti che non dovrebbero essere presenti all’interno dell’impianto HVAC.

Dispositivo di agitazione: Uno strumento utilizzato per spostare o muovere contaminanti e detriti all’interno di un impianto HVAC. Esempi di dispositivi di agitazione includono, spazzole, fruste, accessori per aria compressa e per aspirazione per contatto.

Dispositivo di raccolta: Una macchina con filtro HEPA progettata principalmente per raccogliere detriti, filtrare particolato e scaricare aria di nuovo nell’ambiente interno, o un ventilatore guidato con ltro non di tipo HEPA che è stato progettato per raccogliere detriti e filtrare particolato mentre scarica aria all’esterno dell’involucro dell’edificio.

Dispositivo filtraggio aria (AFD): Un gruppo di ventilazione autonomo portatile o trasportabile, progettato per muovere un volume d’aria definito equipaggiato con uno o più stadi di filtraggio di particolato. A seconda della modalità d’uso, un AFD che filtra (solitamente HEPA) e ricircola l’aria si indica come “depuratore d’aria.” Quello che filtra l’aria e crea pressione negativa viene indicato come “macchina a pressione negativa.”

Documentazione catena di custodia: La documentazione cronologica o traccia cartacea, indicante la dimensione, la custodia, il controllo, il trasferimento, le analisi e la disposizione di evidenza, fisica o elettronica.

Friabile: Facilmente sbriciolabile o polverizzabile.

Guarnizione: Per assicurare contro le perdite di una chiusura, di un rivestimento o di un filler.

HEPA: High Efficiency Particulate Air. Per essere denominato vero filtro HEPA, o filtro HEPA certificato, il filtro dovrà avere un’efficienza di filtraggio documentata di 99,97% in particelle del diametro di 0,3 micron.

Impianto di condizionamento centrale-stazione: Assieme prodotto in fabbrica, incassato formato dal ventilatore o dai ventilatori e altre apparecchiature necessarie, che effettua una o più funzioni di circolazione, pulizia, riscaldamento, raffreddamento, umidificazione e mescolamento dell’aria; non include una fonte di riscaldamento o di raffreddamento.

Impianto di condizionamento d’aria (AHU): Un assieme, solitamente connesso alla rete di condotti, che muove l’aria e che può anche pulire e condizionare l’aria.

Impianto HVAC: L’impianto di riscaldamento, ventilazione, e aria condizionata (HVAC) include qualsiasi superficie interna dell’impianto di distribuzione aria della struttura per gli spazi condizionati e/o le zone occupate. Include l’intero impianto di riscaldamento, condizionamento d’aria e ventilazione dai punti dove l’aria entra nell’impianto no ai punti dove l’aria viene scaricata dall’impianto. Le griglie dell’aria di ritorno, i condotti dell’aria di ritorno all’apparecchio di condizionamento 
(AHU), le superfici interne dell’AHU, la sezione di miscelazione, la sezione batteria vano serpentina,
 i pannelli di drenaggio condensa, gli umidificatori
 e i deumidificatori, i condotti di alimentazione aria,
 i ventilatori, gli alloggiamenti dei ventilatori, le
lame delle ventole, gli impianti di lavaggio aria, gli eliminatori di spray, i deflettori, i filtri, gli alloggiamenti dei filtri, le serpentine di riscaldamento e i diffusori di alimentazione sono tutti considerati parte dell’impianto HVAC. L’impianto HVAC può includere anche altri componenti quali componenti di scarico dedicato e di ventilazione e impianti di rinnovo dell’aria. Per gli scopi del presente Standard, i plenum di soffitti non intubati di tutti i tipi e modelli non sono considerati parte dell’impianto HVAC.

Ispezione visiva: Esame visivo ad occhio nudo della pulizia dell’impianto HVAC.

Ispezione: Una raccolta di informazioni allo scopo di elaborare determinazioni e valutazioni.

Macchina ad aria negativa: Dispositivo di filtraggio aria dotato di filtro HEPA progettato principalmente per raccogliere particolato e limitare la migrazione
di particolato mentre si controllano i differenziali di pressione dello spazio di lavoro. Tali macchine possono o meno essere intubate al di fuori dell’involucro dell’edificio.

Mastice: Materiale utilizzato per coibentare, sigillare e cementare fenditure e crepe in connessioni e giunti di condotti d’aria.

Misure tecniche di controllo ambientale: Modi che all’ambiente di lavoro per permettere operazioni sicure e per prevenire la fuga o il trasferimento di contaminanti.

MSDS: Material Safety Data Sheet – Schede di sicurezza.

Muffa contaminata: La presenza di crescita di muffa e/o di spore di muffe negli interni, la cui identità, collocazione e amplificazione non sono tipiche di un normale ecologia fungina per un ambiente interno, e che possono produrre e etti nocivi alla salute, causare danni ai materiali e in fluire negativamente sull’operazione o il funzionamento degli impianti dell’edificio.

NADCA: National Air Duct Cleaners Association

Pannello di servizio: Utilizzato per chiudere un’apertura di servizio in un impianto HVAC.

Pannello: Sezione fabbricata in metallo facente parte dell’involucro strutturale di un’apparecchiatura meccanica.

Particolato: Qualsiasi sostanza non aderente presente nell’impianto HVAC che può essere rimossa mediante aspirazione per contatto.

Permanente: La vita dell’impianto.

Porta di accesso al condotto: Barriera metallica fabbricata (portello) attraverso la quale si accede ad un servizio o si chiude un servizio; progettata per installazione permanente, può essere disponibile pre-fabbricata in una varietà di dimensioni e con gurazioni. La maggior parte utilizza camme di blocco per assicurare la porta smontabile al telaio permanentemente installato. I tipi di porte di accesso al condotto sono elencate di seguito: Porta a incastro – porta fabbricata e telaio
della porta che si estende nel condotto e viene incassata esternamente con la parete esterna del condotto. Porta con tecnologia SMT – porta fabbricata e telaio della porta che si estende al di fuori dalla superficie della parete esterna del condotto. Porta a battente – porta fabbricata e telaio montato insieme con una cerniera. Porta a pannello – dispositivo di chiusura in due parti in cui i due lati sono fissati meccanicamente insieme su entrambi i lati della parete del condotto al perimetro dell’apertura di servizio. Porta circolare – porta ad accesso circolare e telaio porta installato nel telaio della porta in un’apertura circolare.

Porta di accesso: Barriera metallica fabbricata (portello) mediante la quale si accede o si chiude un’apertura di servizio.

Pressione negativa adeguata: Implica abbastanza pressione negativa da prevenire in modo soddisfacente detriti che possono entrare nello spazio occupato o che possano lasciare l’area di contenimento.

Pressurizzazione negativa del condotto: Una pressione differenziale interna al condotto sul quale si lavora relativa all’area interna dove non si svolge il lavoro (consultare 4.1)

Professionista certificato esperto in sicurezza (RSPP): La certificazione RSPP individua le persone che sono in possesso degli standard di istruzione
e di esperienza e che hanno superato degli esami rigorosi convalidati come sulla pratica di centinaia di professionisti della sicurezza.

Professionista specializzato in ambienti esterni (IEP): Una persona qualificata per istruzione, formazione ed esperienza per effettuare una valutazione dell’ecologia fungina di proprietà, impianti e contenuti in cantiere, che crea una strategia di campionamento, campiona l’ambiente interno, interpreta i dati di laboratorio, determina lo status di Condizione 1, 2 e 3 allo scopo di stabilire un ambito del lavoro, e di veri care il ritorno dell’ecologia fungina allo status di Condizione 1.

Pulizia con procedimento umido: Qualsiasi metodo di pulizia meccanica dei componenti dei sistemi HVAC che utilizza acqua e/o sostanze chimiche liquide come parte del procedimento (ad es. lavaggio con l’utilizzo di apparecchiature elettriche, pulizia a vapore, lavaggio a mano).

Pulizia dell’aria ambiente: La procedura di rimozione del particolato dall’interno all’esterno dell’impianto HVAC.

Pulizia meccanica: Rimozione sica di contaminanti e detriti che non devono essere presenti dalle super ci dell’impianto interno HVAC.

Pulizia: La rimozione di particolati e contaminanti visibili.

Requisito: Pratica obbligatoria per la conformità al presente Standard.

Ripristino: Riportare allo stato precedente o originale.

Rivestimenti: Consultare “Trattamenti di superficie.”

Serpentine: Dispositivo all’interno dell’impianto HVAC che tempera e/o deumidifica l’aria trattata dall’impianto HVAC. Tali dispositivi includono
gli scambiatori di calore con o senza super ci estese attraverso i quali acqua, soluzione di glicole etilenico, acqua salmastra, refrigerante volatile, o vapore vengono fatti circolare allo scopo di raffreddare totalmente (raffreddamento sensibile più raffreddamento latente) o riscaldare sensibilmente una corrente d’aria in circolazione forzata.

Sostanza aderente: Un materiale che non è rimovibile mediante aspirazione per contatto diretto.

Sostanza non aderente: Qualsiasi materiale che non si intende e che non è progettato per essere presente in un impianto HVAC, e che può essere rimosso mediante aspirazione.

Standard di manutenzione: Pratiche comuni alle persone del settore ragionevolmente prudenti che sono riconosciute come qualificate e competenti.

Test di confronto delle superfici: Un test utilizzato per determinare la pulizia delle super ci dei componenti HVAC porosi e non porosi (consultare il Capitolo 5.3 del presente Standard).

Trattamento (non antimicrobico) delle superfici: Rivestimento o trattamento progettato per riparare i difetti delle super ci o per modi carne le caratteristiche.

Tubi conduttori d’aria: Generalmente si riferisce alla fibra di vetro o altro materiale di rivestimento applicato alle super ci interne dei condotti per l’isolamento termico e l’attenuazione dei rumori.

Valutazione: Una revisione e valutazione completa dell’impianto HVAC, o di una sua porzione rappresentativa, per pervenire ad una determinazione preliminare circa la necessità di effettuare la pulizia, per redigere un piano del lavoro per il progetto di pulizia e ripristino, raccomandare tecniche di pulizia, e determinare le misure tecniche di controllo ambientale richieste per lo spazio di lavoro, e qualsiasi requisito specifico.

Visibilmente pulito: Una condizione nella quale le super ci interne dell’impianto HVAC sono libere da sostanze non aderenti e detriti.

.circle { border-radius: 50%; -moz-border-radius: 50%; -webkit-border-radius: 50%; -o-border-radius: 50%; }